• CAMPIONATO GIOVANISSIMI REGIONALI ELITE
  • 11/03/2018 10:30:00
  • FIRENZE STADIO S.MICHELE
  • Crea pdf Crea pdf
  • CATTOLICA VIRTUS
    39' Masetti
    54' Iacovitti
    70' Giunta
  • 3 - 0 11/03/2018 10:30:00
  • SPORTING ARNO

Commento


CATTOLICA VIRTUS: Tarchiani, Fusser, Del Lungo, Vestrini, Gentili, D Oria, Carfora, Dallai, Rossi Lottini, Frascadore, Cocchi. A disp.: Dainelli, Duranti, Testa, Martini, Iacovitti, Giunta, Masetti, . All.: Billi Lorenzo
SPORTING ARNO: Bacigalupo, Migliarese, D Uva, Truschi, Damiano, De Carlo, Olivieri, Alessandri, Espinosa, Rorandelli, Manconi. A disp.: Ceccarelli, Diarra, Romano, Dama, Parrino, , , . All.: Sabatini Stefano
ARBITRO: Di Fano Alessio di Firenze
RETI: 39° Masetti(Cattolica virtus) 54° Iacovitti(Cattolica virtus) 70° Giunta(Cattolica virtus)


Tre risorse dalla panchina risolvono in favore della Cattolica il derby contro lo Sporting Arno: e così i giallorossi di mister Billi riprendono la loro marcia casalinga, interrotta due settimane fa dalla sconfitta contro il Tau. Sono tre punti importanti per la Cattolica che può continuare la sua ricerca di un piazzamento in Coppa. Esce sconfitto con un passivo troppo pesante lo Sporting che, dopo aver interpretato molto bene il primo tempo, ha dovuto alzare bandiera bianca dopo aver subito il raddoppio.
Moduli. Billi schiera inizialmente i suoi col canonico 4-3-3, pur adoperando vari accorgimenti tattici a partita in corso. Inizialmente davanti a Tarchiani la consueta coppia centrale è fiancheggiata da Del Lungo e Fusser; in mediana D'Oria è il vertice basso, con Carfora a destra e Dallai a sinistra e Frascadore e Cocchi sono in supporto di Rossi Lottini. Sul fronte opposto Sabatini schiera i suoi con un 4-4-2. Esterni difensivi sono Damiano (a destra) e Migliarese (a sinistra), centrali Truschi e D'Uva. A centrocampo Olivieri e Alessandri sono spalleggiati da De Carlo (a sinistra) ed Espinosa (a destra), mentre il tandem di attacco è composto da Rorandelli e Manconi.
Ciao capitano. Commuovente il saluto di tutto lo stadio San Michele a Davide Astori. Tutti i ragazzi indossano una maglietta bianca che ricorda il capitano viola e, dopo il commosso ricordo dato da don Massimiliano Gabbricci (che aveva accolto in una visita fatta da Astori alla Comunità nelle scorse settimane), tutti si abbracciano per ricordare un giocatore che resterà nel cuore di tutti.
Equilibrio. In tutti i sensi. Sia perché la gara è giocata alla pari nei primi minuti. Sia perché le copiose piogge mattutine hanno reso scivoloso in terreno di gioco, rendendo primario per i ventidue in campo prima di tutto restare in piedi. Dopo due minuti la Cattolica tenta di sfondare sulla sinistra: Cocchi dialoga prima con Del Lungo e poi con Rossi Lottini, poi al momento della conclusione viene fermato da Di Fano per fuorigioco. Al 5' risponde lo Sporting Arno: De Carlo crossa da sinistra su punizione; il pallone affetta l'area e pesca Alessandri smarcato, ma il rimbalzo rende difficile il controllo e il capitano rosanero non riesce a calciare. Due minuti più tardi Rossi Lottini riceve al limite dell'area, protegge il pallone e riesce a girarsi, calciando poi di potenza col destro, ma Bacigalupo non si fa sorprendere. Lo stesso centravanti di casa ci prova anche al 14' quando, ricevuto in orizzontale da Cocchi, non riesce ugualmente ad impensierire il ben piazzato Bacigalupo.
Accorgimenti e poche emozioni. La Cattolica, nonostante il terreno allentato, dialoga bene nello stretto ma poi non riesce ad affondare contro una retroguardia impeccabile e ben protetta dai mediani Olivieri e Alessandri. Anche lo Sporting prova a sfondare ma sbatte contro il muro Vestrini-Gentili. Billi cambia qualcosa e passa ad un 4-3-1-2, posizionando Dallai tra le linee ed arretrando Cocchi. Al 24' gli ospiti ci provano con una punizione di De Carlo sopra la traversa, poi al 30' Rossi Lottini tenta un'accelerata su una verticalizzazione, ma Bacigalupo si oppone. Tutti negli spogliatoi con le reti inviolate.
L'arma in più. Tre cambi ad inizio ripresa: è ormai una costante per mister Billi, che in un gruppo numeroso, con tanti giocatori alla pari, ha trovato questo trucco per tenere tutti sulla corda. E anche per avere a disposizione cartucce fresche quando gli avversari possono iniziare ad accusare un po' di stanchezza. Passano solo due minuti e Masetti riceve al limite; fintato il tiro, l'attaccante ex Montespertoli si porta il pallone sul destro e trova il varco per scoccare un colpo di biliardo, che va ad insaccarsi nell'angolo basso alla destra di Bacigalupo per il vantaggio giallorosso.
Reazione rosanero. Per alcuni minuti i ragazzi di mister Sabatini reagiscono con rabbia alla ricerca del pareggio. Al 42' una punizione di De Carlo, visto il pallone bagnato, non può essere trattenuta da Tarchiani, sulla ribattuta si avventa l'ex di turno Romano (appena entrato, già a segno nell'andata) che però non fa in tempo a coordinarsi per inquadrare lo specchio. Ci prova anche Olivieri da fuori: palla sopra la traversa. Ma, trascorsi i cinque minuti di reazione, poi lo Sporting fatica a tenere gli avversari nella loro metà campo. E i ragazzi di Billi riprendono il controllo del centrocampo. Al 54' un'azione prolungata dei padroni di casa (con un tentativo in rovesciata di Cocchi che non trova il bersaglio), fa pervenire la sfera a Iacovitti che dai venti metri si coordina e calcia centrale; il rimbalzo beffa Bacigalupo e la sfera carambola in rete.
Al sicuro. La gara è chiusa. Anche perché al 55' Damiano rimedia il secondo cartellino giallo e lo Sporting rimane in dieci. Ci prova il solito De Carlo su punizione (palla sopra la traversa), poi dopo una conclusione di Martini respinta da Bacigalupo (sulla ribattuta Masetti calcia fuori), al 70' arriva il tre a zero: Masetti da sinistra crossa per Giunta che controlla e calcia angolato dove il numero 1 ospite non può arrivare. Rimane da annotare solo la punizione di Truschi alta di poco prima del triplice fischio. La Cattolica vince e convince, continuando a confermare i buoni segnali delle ultime settimane. Una buona prova per lo Sporting che dopo i pareggi contro Margine e Sestese stavolta non è riuscito a tenere fino al 70'.
Citazioni. Molto bene tutti i giallorossi. Gentili e Vestrini sono ancora una volta tra i migliori; molto bene anche Del Lungo; in mediana bene D'Oria e Dallai, Carfora cresce alla distanza, davanti Masetti è incisivo per tutta la ripresa. Ottimo anche l'impatto di Iacovitti, Giunta e Duranti, oltre che di Martini e Testa. Nello Sporting Arno De Carlo, sia su azione che su palla inattiva, prova ad inventare sempre qualche minaccia; Rorandelli e Manconi ricevono pochi palloni. Benissimo fino al 2-0 anche Olivieri e Alessandri, con Truschi e D'Uva molto bravi al centro della difesa.

Cosimo Di Bari

San Michele Cattolica Virtus-Sporting Arno: 3-0
SAN MICHELE CATTOLICA VIRTUS: Tarchiani, Fusser (36' Duranti), Del Lungo (47' Testa), Vestrini, Gentili, D'Oria (36' Iacovitti), Carfora, Dallai (49' Martini), Rossi Lottini, Frascadore (36' Masetti), Cocchi (56' Giunta). A disp.: Dainelli. All.: Lorenzo Billi.
SPORTING ARNO: Bacigalupo, Migliarese, D'Uva, Truschi, Damiano, De Carlo, Olivieri, Alessandri (57' Diarra), Espinosa, Rorandelli (68' Dama), Manconi (41' Romano). A disp.: Ceccarelli. All.: Stefano Sabatini.
ARBITRO: Alessio Di Fano di Firenze.
RETI: 39' Masetti, 54' Iacovitti, 70' Giunta.
NOTE: ammoniti Alessandri al 6', Del Lungo al 23', Damiano al 50'. Espulso Damiano per somma di ammonizioni al 55'. Corner 3-1. Recupero 2'+3'.


Commento di : campio