• CAMPIONATO PROMOZIONE TOSCANA GIR. C
  • 21/10/2018 15:00:00
  • Crea pdf Crea pdf
  • URBINO TACCOLA
  • 0 - 1 21/10/2018 15:00:00
  • CENTRO STORICO LEBOWSKI
    83' Cubillos

Commento


URBINO TACCOLA: Carpita, Gelli (61° Coulibaly), Pietranera (87° Palaia), Coscetti, Lazzerini, Della Maggiora, Cavallini (50° Conte), Cecchi, Nardi, Anzillotti, Fermi (58° Ghelardoni). A disp.: Franchi L., Franchi N., Taglioli, Dembele, Cibeca . All.: Frassi Alessandro
CENTRO STORICO LEBOWSKI: Tarchi, Formigli (69° Baboubacar), Spiga, Geri (59° Improta), Capparelli, Pini L., Calbi, Fornai, Vargas (90° Ferravante), Cubillos (86° Rustioni), Viciani R. (86° Pini F.). A disp.: Bargagli, Lazzerini, Sassanelli, Gharbi. All.: Castorina Roberto
ARBITRO: Ferretti Francesco di Livorno, coad. da Matteucci Alessio di Livorno e Fredianelli Luca di Grosseto
RETI: 83° Cubillos
NOTE: Ammoniti Lazzerini, Nardi, Capparelli.

COMMENTO
Il Centro Storico Lebowski supera di misura l'Urbino Taccola in trasferta al termine di una partita equilibrata, giocata a viso aperto nella prima frazione con molte conclusioni a rete, sia da una parte che dall'altra, mentre nella ripresa il gioco si è svolto per lo più fra le due tre quarti campo con entrambe le squadre preoccupate più a non concedere spazi all'avversario che a proporsi in avanti.
Il primo tempo ha visto fin da subito le squadre pronte a fare la partita, tanto che già al 1' arriva la prima conclusione di marca ospite, ma il tiro di Fornai dalla distanza finisce sul fondo; al 4' la risposta dei padroni di casa, ma Fermi viene fermato nel cuore dell'area ospite dalla pronta uscita in presa bassa di Tarchi. All'8' per gli ospiti va alla conclusione Viciani, Carpita è attento, poi al 12' ci prova Anzillotti da lontano, Tarchi non si lascia sorprendere; al 15', un'azione corale degli ospiti porta alla conclusione Cubillos, ma il suo tentativo viene neutralizzato da Carpita. Nella seconda metà della frazione l'Urbino Taccola guadagna metri di campo e costringe gli avversari a difendersi tutti dietro la linea della palla, ma le varie conclusioni verso la porta ospite non portano a sbloccare il risultato; al 22' ci prova Coscetti di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo dalla sinistra, Tarchi para senza difficoltà, al 23' va alla conclusione Nardi e poi al 32' ancora Coscetti ma l'estremo difensore ospite neutralizza entrambe le iniziative. Al 37' i padroni di casa hanno l'occasione più nitida della partita per passare in vantaggio, ma Anzillotti conclude sopra la traversa della porta avversaria da posizione favorevole; gli ospiti rispondono con Spiga al 38', che finalizza un veloce contropiede ma la sua conclusione non impensierisce Carpita. Sul finire della frazione ancora una conclusione per parte, al 41' Cecchi per i locali ci prova dal limite dei sedici metri avversari ma Tarchi è attento, poi al 42' Viciani si trova a tu per tu con Carpita sugli sviluppi di una punizione a centrocampo, ma la prima conclusione viene contenuta dall'uscita del portiere avversario e la seconda finisce sul fondo, così la ghiotta occasione per gli ospiti di passare in vantaggio sfuma.
Il secondo tempo ha visto il Centro Storico Lebowski partire più determinato dei padroni di casa, ma dopo le conclusioni prima di Fornai, tiro sul fondo dalla distanza, poi di Vargas, fra le braccia di Carpita dal limite dell'area locale, il gioco si è svolto per lo più a centrocampo; entrambe le squadre hanno badato più a non scoprirsi che a tentare ripartenze efficaci, così tutte le azioni, sia da una parte che dall'altra, si sono interrotte all'altezza delle due linee difensive. L'equilibrio poteva essere rotto solo da una fiammata improvvisa, cosa che è avvenuta al minuto 83; sugli sviluppi di una punizione da centrocampo la palla è arrivata dalla sinistra a Cubillos, che, ben appostato nell'area piccola avversaria, di testa ha superato Carpita piazzando la sfera sotto la traversa alla sinistra del portiere avversario. La rete ospite, oltre a scatenare la gioia dei molti sostenitori del Centro Storico Lebowski arrivati in pullman a sostenere senza sosta la squadra (come sempre accade in ogni trasferta, tanto che i ragazzi grigio-neri praticamente giocano in casa ogni domenica grazie alla loro curva Moana Pozzi itinerante), ha lasciato il segno sul morale dell'Urbino Taccola, che non ha avuto più la forza per reagire ed ha subito la pressione finale degli avversari, andati al tiro ancora con Pini F. allo scadere, fuori bersaglio dalla tre quarti. Dopo cinque minuti di recupero è arrivato il triplice fischio del direttore di gara, con festa finale della squadra ospite sotto la porzione di tribuna occupata dai propri tifosi.
Il gruppo di Lazzerini ha giocato una buona partita ma non ha saputo sfruttare il suo momento migliore nel primo tempo, lasciando così l'intera posta agli avversari.
I ragazzi di Serrau hanno fatto una partita attenta sfruttando al meglio le occasioni avute, vittoria cinica per com'è maturata ma alla fine il risultato è giusto ed i tre punti conquistati sono pesanti.
CALCIATORIPIU': nell'Urbino Taccola: Anzillotti per impegno; nel Centro Storico Lebowski: Cubillos per la rete che ha deciso la partita.

Commento di : slazze