Campionando.it

    Allievi B Regionali GIR.A Cattolica Virtus - Zenith Audax 2 - 0

Si rimette in marcia la Cattolica Virtus che dopo il pareggio in casa del Picchi ritrova i tre punti nella sfida interna contro la Zenith Audax. Con la rosa ridotta ai minimi termini, mister Vallini è costretto ad attingere dalla squadra Giovanissimi per completare la panchina, comunque manda in campo una formazione solida, compatta e intenzionata a giocare. Davanti a Soccodato agisce la coppia Falaschi-Zeroni, con Sepe e Micheli esterni. Celli è il vertice basso della mediana nella quale agiscono ai lati Barbieri e Hoxhaj, mentre Viganò agisce a supporto di Bigozzi e Bartolozzi.
Mister Barni w la sua Zenith Audax, reduci dalla sconfitta con la Sestese e da due pareggi, cercano l'impresa a Soffiano: torna Cappellini con la fascia di capitano in mediana, insieme a Solinas e Nuzzo; in avanti ci pensano Scardilli e Sarti a tenere impegnata la retroguardia giallorossa, specialmente nei primi minuti.
L'avvio infatti mostra una Zenith spigliata e intraprendente, che aggredisce alta gli avversari e che prova a costruire occasioni da rete. Dopo due minuti proprio Cappellini tenta l'affondo in area e scocca un mancino che, deviato, termina la sua corsa sul fondo. Alla prima sortita offensiva, però, la Cattolica trova il vantaggio: Barbieri fa correre Bigozzi sulla sinistra; il numero 10 sfugge ai radar della difesa ospite, si presenta largo davanti a Turri e mette dentro un pallone che rotola verso la porta ma necessita della spinta in spaccata di Bartolozzi per evitare che un difensore ospite riesca a salvare: la Cattolica è in vantaggio, con la ritrovata ( ritrovata in quanto Bartolozzi è costantemente impegnato di solito con i 2003) coppia B&B protagonista.
Il gol incoraggia la Cattolica, che comincia a giocare come chiede Vallini, alzando i ritmi e la qualità. All'11' comunque si rivede la Zenith con un tiro di Nuzzo che, dopo un'accelerata, spedisce la sfera sopra la traversa. Sul fronte opposto Viganò libera l'inserimento di Sepe, il cui mancino viene parato da Turri. Al 23' una delle azioni più belle della partita: il pallone sfreccia tra i piedi di Barbieri, Bartolozzi e Bigozzi per tornare allo stesso Barbieri che si libera sulla sinistra ma calcia sul fondo.
La Zenith avrebbe una ghiotta occasione per pareggiare al 28': un cross di Diffini dalla sinistra, prolungato di testa da Cappellini, arriva sul secondo palo a Scardilli che controlla ma perde l'equilibrio al momento del tiro e così il suo destro, debole, non impensierisce Soccodato. Subito dopo una conclusione di Sarti sventata da Soccodato, al 34' la Cattolica raddoppia: stavolta sulla destra Bigozzi punta il diretto avversario e trova un varco per crossare teso: al centro dell'area arriva con i tempi giusti dell'inserimento Viganò che mette in rete il due a zero. Prima dell'intervallo ancora una possibilità per gli ospiti ma Soccodato si oppone prontamente a Cappellini. Il primo tempo si chiude con i locali avanti di due reti.
Nella ripresa la Cattolica continua a tenere bene il campo: la coppia centrale Falaschi-Zeroni respinge ogni assalto e la mediana, pur arretrando talvolta il baricentro, continua ad arginare i tre-quartisti ospiti incaricati di rifornire le punte.
Al 55' buono spunto di Scardilli che se ne va sulla sinistra e mette dentro sul secondo palo per Solinas che per poco non trova la deviazione vincente. Un minuto più tardi contrasto in area locale tra Diffini e Hoxhaj: Porzio è vicino all'azione e lascia proseguire. Dopo un tiro dalla distanza di Solinas che esce sul fondo, risponde la Cattolica al 66' con un mancino di Bartolozzi (imbeccato da Bigozzi) sopra la traversa. La Zenith non demorde e ci prova con Girolamo, che lascia partire un mancino potente sugli sviluppi di un cross di Arcangioli (uno dei più attivi nella ripresa) respinto dalla difesa, Soccodato blocca con sicurezza. Prima del fischio finale ancora un'occasione per parte: prima il tiro di Sarti finisce alto di pochissimo, dando l'illusione ottica del gol.
Nel recupero ci prova il 2005 Pilacchi con un destro che, sugli sviluppi della respinta della barriera a una sua stessa punizione, esce di poco. Al termine dei quattro minuti di recupero, il signor Porzio (che ha ben diretto) fischia tre volte. E la Cattolica si riprende i tre punti: in attesa di ritrovare alcune delle molte pedine assenti, sono tre punti pesanti, soprattutto perché accompagnati da una prestazione convincente. Poco concreta, non ha demeritato comunque la Zenith che conferma di avere le qualità per stare nelle zone di alta classifica.

San Michele Cattolica Virtus-Zenith Audax: 2-0
SAN MICHELE CATTOLICA VIRTUS: Soccodato, Micheli, Sepe, Celli, Zeroni, Falaschi, Hoxhaj (66' Papalini), Barbieri (62' Pilacchi), Bartolozzi (70' Righi), Bigozzi (73' Moriani), Viganò (57' Ignesti). A disp.: Magfnolfi, Nicolosi, Zuffanelli, Ponzillo. All.: Francesco Vallini.
ZENITH AUDAX: Turri, Arcangioli, Nucci, Toma (49' Girolamo), Pagli, Diffini, Solinas (67' Esposito), Cappellini (64' Monaco), Sarti, Scardilli (61' Braccesi), Nuzzo. A disp.: Landini, Shpati, Corsi, Monao. All.: Davide Barni.
ARBITRO: Mirko Ponzio di Firenze.
RETI: 8' Bartolozzi, 34' Viganò.
NOTE: corner 3-3. Recupero 1'+4'.

CDB