pippo Berretti GIR.C
  • Berretti GIR.C
  • Pistoiese
  • 4 - 0
  • Arzachena


PISTOIESE: Isolani, Giomi, Pastacaldi (55’ Ussia), Luka, Orpelli (70’ Giuliano), Fiorentini, Tempesti (55’ Peirotti), Muho, E. Nieri (70’ Icardi), Pinucci, M. Nieri (64’ Ibraliu). A disp.: Gambini, Fosci, Nannini, D’Orsi, Sgrilletti, Ercoli, Bartolini. All.: Niccolò Pascali
ARZACHENA: Carta, Casura, Asara (48’ Paiano), Alias (46’ Denzi), Patta, Filigheddu, Serra (55’ Bazzu), Aisoni (63’ Pola), Puddu, Menichelli, Persico (48’ Scarcia). A disp.: P. Marras, E. Marras, Fenu. All.: Alberto Averini Pisarone.

ARBITRO: Cremonini di Pisa; assistenti: Scellato e Kadir di Prato.
NOTE: ammoniti 7’ Alias, 53’ Luka, 87’ Icardi; espulso 38’ Patta.

RETI: 36’ Muho, 39’ Tempesti, 48’ e 50’ M. Nieri.



Ha vinto la squadra che ha messo in campo il migliore tasso tecnico e la voglia di cancellare lo zero in classifica che era diventato un pesante fardello nonostante le buone prestazioni che la Pistoiese aveva messo in mostra durante molte delle sette precedenti partite. I sardi, reduci da un viaggio poco confortevole dato che la partita ha subito uno slittamento di trenta minuti causa ritardo del traghetto, e sinceramente meno attrezzati dei padroni di casa, si sono opposti per una mezzora abbondante ai ripetuti attacchi della compagine pistoiese, ma capitolati una prima volta hanno dimostrato i loro limiti, subendo il secondo gol per uno stupido e alquanto deleterio fallo di reazione e capitolando per ben due volte all’inizio della ripresa in meno di due minuti. Già al 5’ Pistoiese va vicina al vantaggio con una conclusione appena alta sulla traversa di Tempesti. Al 25’ è M. Nieri che dal limite trova il tempo di girarsi ed inquadrare la porta chiamando Carta alla deviazione volante in angolo e sempre lo stesso attaccante sfiora il palo di testa sul successivo angolo battuto da Pastacaldi. Primo ed unico acuto dei sardi al 29’ con Menichelli che dalla lunga distanza calcia di poco a lato. Dopo una punizione di Luka al 31’ finita di poco sopra l’incrocio dei pali, la Pistoiese sblocca l’incontro con Muho che di testa, al 36’, gira alle spalle di Carta un perfetto cross dalla linea di fondo di Tempesti, il quale si renderà protagonista tre minuti dopo subendo un fallo di reazione in area a gioco praticamente fermo poiché la palla era stata bloccata dal portiere Carta. Il direttore di gara vede tutto ed espelle Patta per la reazione e decreta il penalty che lo stesso Tempesti trasforma per il 2-0. Superiorità numerica per più di un tempo in favore dei locali, un’occasione che la Pistoiese non si farà scappare. Sulla chiusura della prima frazione di gara E. Nieri si presenta a tu per tu con Carta che è bravo a chiudergli lo specchio della porta e neutralizzare in angolo la conclusione dell’attaccante toscano. Tutto si risolve nei primi cinque minuti della ripresa: al 48’ M. Nieri ribadisce in rete una corta respinta di Denzi che aveva salvato sulla linea il precedente tiro in porta di Pinucci dal limite dell’area, poi al 50’ è nuovamente M. Nieri ad insaccare di testa il perfetto traversone dalla bandierina calciato da Muho. Risultato dunque di 4-0 per la Pistoiese e partita in archivio, dunque iniziano le sostituzioni per dare spazio alle cosiddette seconde linee sia da una parte che dall’altra. I restanti quaranta minuti si snodano senza grossi sussulti ad eccezione di una traversa colpita da Puddu al 60’ e di una conclusione di Menichelli che impegna Isolani, praticamente inoperoso per gran parte della partita, pronto alla deviazione in angolo. Senza minuti di recupero l’arbitro manda tutti a bere un tè caldo, visto la prima giornata invernale scesa a Pistoia grazie ad un gelido vento di tramontana. Vittoria senza se e senza ma per i locali contro un avversario apparso più che modesto davanti ai più dotati pari età toscani. Ora la trasferta di Olbia dirà e darà indicazioni più precise se la Berretti arancione ha imboccato la strada giusta per un campionato più sereno.


$




RITORNO ALLA RICERCA PARTITE SINGOLE


RICERCA CAMPIONATI