pippo Serie D GIR.A
  • Serie D GIR.A
  • Seravezza
  • 3 - 0
  • Chieri


SERAVEZZA: Mazzini, Bedini, Moussafi, Nelli (78' Podestà), Maccabruni, Giordani, Bongiorni (84' Bedini), Bortoletti, Frugoli (78' Lucaccini), Grassi L. (88' Garofalo), Granaiola. A disp.: Petroni, Fornaciari, Fall, Kovloz, Nannipieri . All.: Walter Vangioni.
CHIERI: Giappone 5.5, Bruni 5.5 (70' Ozara 6), Samake 6, Giacinti 6, Bellocchio 5.5 (66' Coulibaly 6), Conrotto 5.5, Melandri 6, Cecchi 5.5, Silenzi 5.5 (66' Sbordone 6), Varano 5.5, Della Valle 6. A disp.: Bertoglio, Morone, Mosagna, Di Lorenzo, Barcellona, Bragadin. All.: Massimo Morgia 5.5.

ARBITRO: Carlo Virgilio di Agrigento. Assistenti: Ferdinando Pizzoni di Frattamaggiore e Domenico Russo di Torre Annunziata.

RETI: 8’ Giordani, 80’ Grassi, 92' Podestà.
NOTE: ammoniti: Nelli, Bortoletti, Bellocchio, Melandri. Spettatori: quattrocento circa. Terreno in buone condizioni. Giornata soleggiata.



SERAVEZZA
MAZZINI: 7 Una saracinesca. Salva il risultato in almeno due occasioni. Una sicurezza non indifferente per i verdazzurri.
ANDREI: 7 un giocatore sempre più insostituibile per l'undici della Versilia Storica
MOUSSAFI: 6.5 Passione, dedizione, zelo a servizio della causa seravezzina
NELLI 6.5 Fa vedere geometrie pregevoli, in più occasioni partecipa alla costruzione di geometrie accattivanti e insidiose per la difesa piemontese. Podesta': 7 Entra in campo e cala il tris. Meglio di così.
MACCABRUNI: 6.5 Una roccia in mezzo al campo
GIORDANI: 7.5 Autore del gol che ha aperto le danze al Buon Riposo, non lesina mai il suo apporto ai compagni in ogni fase del match
BONGIORNI: 6.5 Sempre all'altezza della situazione. Verve a non finire. Bedini: ng
BORTOLETTI: 6.5 Un cursore significativo per la formazione allenata dal tecnico di Gallicano.
FRUGOLI: 6.5 Pericoloso in più occasioni, da lui passano palloni preziosi e invitanti. Lucaccini: 6.5 Fa vedere buone cose nello scampolo di match che è chiamato a disputare.
GRASSI: 7 Va in rete e non solo. Le sue punizioni sono proverbiali anche quando non segna su calcio piazzato. Garofalo: ng
GRANAIOLA 6.5 Lotta e suda per la causa verdazzurra con incontenibile energia.
ALL.: WALTER VANGIONI: 7 Non sbaglia una mossa il tecnico garfagnino, sempre vigile e instancabile in ogni fase della gara a sostegno dei suoi.

ARBITRO
CARLO VIRGILIO di AGRIGENTO: 6.5 per il fischietto siciliano un match non difficile. Arbitraggio discreto, senza orpelli e fronzoli.
Allo stadio Buon Riposo di Pozzi i verdazzurri guidati dal tecnico Walter Vangioni rifilano un nettissimo tre a zero alla formazione piemontese del Chieri allenata dal mister Massimo Morgia e conquistano tre punti preziosissimi per classifica e morale. La partita: dopo un pericoloso guizzo dei piemontesi, il Seravezza si porta fin da subito in attacco, rendendosi protagonista di un'azione corale conclusasi però con un nulla di fatto. Al 7' l'undici di casa passa in vantaggio grazie alla rete siglata da Giordani, abile a girare in rete - com una possente staffilata - la palla arrivata in area dai compagni. Il Chieri sembra accusare il colpo e tenta una qualche reazione. Al 14' Cecchi cerca di sorprendere la difesa dei medicei versiliesi, ma i baluardi difensivi seravezzini non consentono di filtrare e la sfera è deviata in angolo. Al 26' Granaiola si trova da solo dinanzi al portiere del Chieri, Giappone, l'arbitro ravvisa la posizione irregolare del giocatore. Si segnalano, in questa fase del match, per quanto riguarda l'undici ospite, le occasioni passate dai piedi di Samake e del 'figlio d'arte' Silenzi. Al 31' ancora Chieri in avanti con Melandri lanciato a rete, ma Mazzini si rende protagonista di un prodigioso intervento e stoppa l'azione offensiva degli avversari. Al 37' il Seravezza mette in mostra tutte le sue geometrie di gioco: Grassi passa la palla a Bortoletti, assist di quest'ultimo per Bongiorni, la sfera giunge di nuovo a Bortoletti che tenta il bolide, ma la difesa piemontese in questo caso è molto avveduta e respinge senza problemi. Tre minuti più tardi i verdazzurri provano un'altra azione offensiva con Andrei che s'invola sulla fascia destra, ma sbaglia il passaggio decisivo per un compagno in area di rigore in posizione ghiotta per concludere a rete. Finisce il primo tempo col vantaggio di misura della formazione della Versilia Storica. Nella ripresa al 48' il seravezzino Frugoli tenta un beffardo pallonetto per sorprendere l'estremop difensore ospite, ma Giappone non si fa ammaliare e blocca. Al 55' si segnala un'altra conclusione dal limite di Frugoli, parata in due tempi da Giappone. Al 59' cambio di fronte e Chieri in attacco con Della Valle che, da distanza ravvicinata, sparacchia, però, alto sopra la traversa. Quattro minuti più tardi il Seravezza si rende pericoloso con l'attaccante ex Castelnuovo Luigi Grassi che calcia una punizione, senza impensierire troppo il portiere piemontese. Al 68' Mazzini stoppa un'azione collettiva di attacco del Chieri e salva il risultato per i suoi. All'80' arriva il raddoppio del Seravezza: Podestà s'invola sulla fascia sinistra, serve Grassi in area, quest'ultimo infila con sicurezza in rete. Nel recupero si segnala una punizione di Varano, bloccata agevolmente dalla saracinesca Mazzini. Infine, al 92' Podestà cala il tris verdazzurro, a coronamento di un vertiginoso contropiede dell'undici di casa. La partita si conclude con l'omaggio dei tifosi versiliesi presenti al Buon Riposo ai loro beniamini, protagonisti di una straordinaria vittoria.
INTERVISTE
Una bellissima giornata per i colori verdazzurri. La vittoria col Chieri porta ancor di più tranquillità e morale alla formazione guidata dal nocchiero Walter Vangioni, il quale esprime la sua soddisfazione in sala stampa: E' stata una bella gara, contro un ostico Chieri. Siamo riusciti a vincere, questo è molto importante per noi. Siamo stati bravi e fortunati. I ragazzi durante la settimana si danno da fare con impegno e i risultati arrivano. Dobbiamo continuare così, prosegue l'allenatore dell'undici della Versilia Storica, Il possesso palla che è stato maggiore per il Chieri? E' stata una nostra scelta. Volevamo che il possesso palla fosse esercitato dal Chieri e così è stato. Abbiamo studiato a fondo come organizzarci in campo e come agire. Il Chieri attacca se viene loro concessa la profondità. Noi dobbiamo continuare a crescere, domenica arriverà a Pozzi la Caronnese, una compagine assai forte. Noi continuiamo a giocare così, conclude Vangioni, Domenica avremo un altro esame. Dobbiamo arrivare quanto prima a quota quarantadue punti, che è la soglia della salvezza, che, poi, corrisponde a quanto mi ha chiesto il club verdazzurro. Poi, quando saremo salvi, vedremo quali obiettivi prefiggerci. Intanto arriviamo a quarantadue.
Al settimo cielo anche Valerio Giordani, atleta classe 1992, che si è ambientato da subito assai bene nella società della Versilia Storica, segnando quattro reti, due in campionato e due in Coppa: Sono contento di aver segnato per il Seravezza. Qui mi trovo molto bene e voglio essere apprezzato anche come persona, non solo come atleta. Prima della gara ho parlato a lungo con Andrei e Fabio (Maccabruni ndr) e ci siamo detti che volevamo far bene nella gara. Il nostro obiettivo, conclude Giordani, è quello di proseguire positivamente il cammino e di continuare a inanellare risultati positivi, come abbiamo fatto sempre.
Sul fronte dei piemontesi, Massimo Morgia, tecnico del Chieri - che in Piemonte si occupa anche del settore giovanile - si dice dispiaciuto per il risultato: Mi dispiace molto per il tre a zero subito. In particolare, mi dispiace per il grande impegno che ci mettono i nostri ragazzi. Siamo una compagine alquanto giovane, prosegue Morgia, Queste mazzate servono a crescere, a farne tesoro per migliorarsi.

Luca Costa

$




RITORNO ALLA RICERCA PARTITE SINGOLE


RICERCA CAMPIONATI