• Serie A-
  • 05/12/2020 12.30.00
  • Crea pdf Crea pdf
  • Fiorentina
  • 0 - 1 05/12/2020 12.30.00
  • Milan
    8' Spinelli

Commento


RETI: 8° Spinelli
FIORENTINA: Ohrstrom, Thogersen, Arnth, Tortelli, Zanoli (46’ Vigilucci), Mascarello, Breitner, Neto (74’ Middag),Piemonte (46’ Clelland), Sabatino, Bonetti. A disp.: Cordia, Adami, Ripamonti, Quinn, Forcinella, Baldi. All.: Antonio Cincotta.MILAN: Korenciova,Fusetti, Agard, Spinelli,Bergamaschi, Jane, Grimshaw, Boquete (73’ Mauri), Tucceri Cimini, Dowie (87’ Salvatori Rinaldi), Giacinti. A disp.: Piazza, Rask, Rizza, Conc, Longo, Vitale, Simic. All.: Maurizio Ganz.ARBITRO: Maranesi di Ciampino, coad. da Rinaldi e Barone di Roma 1.RETE: 9’ Spinelli.NOTE: ammonite Breitner e Boquete. Recupero: 1′ + 3’.

Ripresa di campionato amara per le ragazze di Mister Cincotta che al Bozzi, nel big match che le vede opposte al Milan, incassano la quarta sconfitta su nove incontri, abbandonando così definitivamente ogni velleità di protagonismo in questo torneo. La rete siglata dalla Spinelli ad inizio gara é sufficiente alle rossonere per conquistare l'intera posta in palio, atta a consolidare il secondo posto a meno tre da un'inarrestabile Juventus che vanta nove vittorie su altrettante gare. Passano solo nove minuti dal fischio iniziale del signor Maranesi di Ciampino quando il Milan si porta in vantaggio: punizione mancina dalle tre quarti campo della Tucceri Cimini che trova la Spinelli sul secondo palo, abile a sbucare dietro a tutti i difensori ed a battere la Ohrstrom con un destro al volo in spaccata. La Fiorentina non ci sta e si spinge in avanti alla ricerca del pareggio, al 16' la Piemonte mette al centro un invitante pallone per la Neto che dopo un buon aggancio smista per l'accorrente Mascarello che si vede respingere la conclusione. Due minuti dopo ottima occasione per la Sabatino che, ben servita dalla Mascarello, riesce a proteggere bene il pallone in area ma poi girandosi calcia incredibilmente a lato da ottima posizione. Le gigliate restano in zona d'attacco ed al 26' sfiorano ancora una volta il pareggio: da un'azione sviluppatasi sulla destra la sfera giunge alla Sabatino il cui tiro viene respinto dalla Korenciova, sul rimpallo si avventa la Bonetti che spara sopra il montante. Scampato il pericolo, il Milan si riaffaccia dalle parti della Ohrstrom al 31' con una trama sull'asse Giacinti-Dowie ed il tiro finale della Jane che dopo una ribattuta giunge fra le braccia del portiere svedese. Con il passare dei minuti i ritmi si abbassano e si arriva al riposo senza ulteriori emozioni con il Milan in vantaggio per 1-0. Al rientro in campo la Fiorentina si ripresenta con due novità: la Clelland al posto della Piemonte e la Vigilucci al posto della Zanoli, mentre Ganz non apporta variazioni alle sue scelte iniziali. La prima azione pericolosa della ripresa é di marca viola al 50' quando, sugli sviluppi di un calcio di punizione, la sfera giunge alla Neto che si vede ribattere il tiro. Quattro minuti più tardi sul fronte opposto la Breitner ferma fallosamente la Giacinti guadagnando il cartellino giallo e regalando una punizione insidiosa a favore delle rossonere. Sul pallone si porta la Tucceri Cimini che costringe la Ohrstrom ad una difficile deviazione in corner, dalla bandierina la stessa Tucceri Cimini calcia direttamente in porta con l'estremo difensore viola che respinge sulla linea. Le rossonere chiedono il goal ma l'arbitro lascia proseguire fra le proteste. Al 67' splendida verticalizzazione della Mascarello per la Sabatino che calcia con prontezza trovando l'ottima opposizione della Korenciova che si rifugia in corner. Sul capovolgimento di fronte fondamentale intervento della Tortelli che in scivolata impedisce il tiro alla Bergamaschi ben piazzata in area. Al 73' primo cambio per Ganz che dà spazio alla Mauri richiamando in panchina la Boquete, un minuto dopo per la Fiorentina la Middag prende il posto della Neto. All'82' il Milan potrebbe chiudere il match ma la Giacinti, dopo essersi ben liberata di un 'avversaria sull'assist della Mauri, calcia debolmente favorendo l'intervento della Ohrstrom. Nei restanti undici minuti (otto regolamentari e tre di recupero) non succede niente altro con il Milan che quindi sbanca Firenze mettendo le padrone di casa a meno 11 dalla zona Champions, competizione che giovedì vedrà proprio la Fiorentina impegnata contro lo Slavia Praga.