• Serie A-
  • 07/02/2021 12.30.00
  • Crea pdf Crea pdf
  • Fiorentina
    Sabatino
    Autorete
  • 2 - 0 07/02/2021 12.30.00
  • Napoli

Commento


RETI: Sabatino, Autorete
FIORENTINA: Schroffenegger, Thogersen, Quinn, Tortelli (82' Cordia), Zanoli, Adami, Middag, Vigilucci, Monnecchi (72' Kim), Sabatino, Baldi (85' Clelland). A disp.: Ohrstrom, Tinti, Pastifieri, Innocenti, Mani, Neto, Santini. All.: Antonio Cincotta.NAPOLI : Perez, Oliviero ( 85' Nencioni), Huynh (60' Kubassova), Arnadottir, Fusini, Goldoni, Errico (60' Bell) Huchet, Popadinova (22' Cafferata), Rijsdijk (60' Di Marino), Hjohlman. A disp.: Risina, Tasselli, Groff, Capparelli. All.: Alessandro Pistolesi.ARBITRO: Mario Perri di Roma 1, coad. da Catallo di Frosinone e Nana Tchato di ApriliaRETI: 31' Sabatino, 57' autorete Huynh.NOTE: recupero 1′ + 3’.

Classifica alla mano, tutto secondo pronostico per la Fiorentina che con una rete per tempo sconfigge il Napoli di Mister Pistolesi al termine di una gara condizionata dal terreno di gioco reso al limite della praticabilità da una pioggia per buoni tratti torrenziale che si è abbattuta sul "Bozzi" per tutta la durata dell'incontro. Al fischio iniziale le ragazze di Mister Cincotta prendono in mano le redini dell'incontro senza però far correre seri pericoli alla formazione partenopea che, ben disposta in campo, riesce ad arginare bene gli sterili attacchi locali. Al 12' la Sabatino vede l'inserimento della Thogersen ma il suo passaggio risulta leggermente lungo con la Perez che in uscita bassa riesce a sventare la minaccia. Cinque minuti più tardi brutto fallo della Tortelli che in scivolata ferma la Popadinova sulla fascia destra, guadagnando il primo cartellino giallo della gara, a causa di questo intervento la giocatrice bulgara sarà costretta ad abbandonare il campo al 22' sostituita dalla Cafferata. Al 23' primo tiro in porta per la Fiorentina con la Baldi che da fuori area calcia centrale facilitando la presa dell'estremo difensore azzurro. La pioggia aumenta d'intensità ed il campo sintetico inizia a riempirsi di pozze rendendo più arduo il compito alla calciatrici costrette a delle vere lotte per manovrare la sfera. Al 31' la ex Fusini (in prestito al Napoli fino al termine della stagione) mette più di uno zampino nel gol del vantaggio della Fiorentina, prima stende la Monnecchi sull'out di destra poi, sulla punizione calciata dalla Baldi, si perde in area la Sabatino che di testa non ha difficoltà a superare la Perez. Pronta la reazione delle campane che al 35' hanno una buona opportunità per centrare il pareggio ma sul tiro angolato della Rijsdijk ottima la risposta della Schroffenegger che si distende respingendo la conclusione. Il finale di frazione regala molte emozioni: al 41' la Cafferata, lasciata colpevolmente sola e ben servita dalla Errico, si trova a tu per tu con il portiere viola ma dopo aver avuto anche il tempo di aggiustarsi il pallone, non riesce a centrare il bersaglio grazie anche alla respinta della Schroffenegger. Sul capovolgimento di fronte si mette in evidenza la Sabatino che dopo aver rubato il tempo alla Arnadottir conclude sul fondo da posizione defilata. Prima del riposo si ripropone il duello fra la Cafferata e la Schroffenegger la quale, dopo un'uscita più che avventata, viene graziata dalla partenopea che non riesce a centrare lo specchio della porta. Si va quindi negli spogliatoi con la Fiorentina in vantaggio per 1-0 grazie all'incornata della bomber Sabatino. Nella ripresa rientrano in campo le stesse protagoniste che avevano concluso il primo tempo, con le viola che ripartono in avanti e che al 57' trovano la rete del 2-0 grazie ad un clamoroso autogol della Huyhn che, con un avventato retropassaggio, mette la sfera alle spalle della Perez che stava uscendo per prendere il pallone. Al 60' triplo cambio per il Napoli, dentro Bell, Kubassova e Di Marino fuori Errico, Huyhn e Rijsdijk. Tre minuti più tardi una velenosa punizione della Fusini calciata a fil di traversa costringe la Schroffenegger a deviare il pallone in corner con un colpo di reni, mentre al 66' ci prova la Kubassova che, dopo aver dribblato la Zanoli, calcia debolmente di mancino. La stanchezza si fa sentire e la gara si avvia al termine senza ulteriori sussulti, nonostante l'innesco di altre forze fresche come la Kim, la Cordia e la Clelland per le padrone di casa e la Nencioni per le ospiti. Si arriva quindi al triplice fischio finale, con la Fiorentina che si impone per 2-0 inanellando così la terza vittoria consecutiva in campionato, un buon viatico per cercare di conquistare domenica prossima la semifinale di Coppa Italia ribaltando il risultato contro l'Inter, in vantaggio al momento di due reti.