pippo Giovanissimi Regionali GIR.A
  • Giovanissimi Regionali GIR.A
  • Maliseti Tobbianese
  • 3 - 2
  • Sporting Cecina


MALISETI TOBBIANESE: Mancini, Cocci, Perillo, Magnolfi, Rinaldi, Mocali, Querci, Scarlini, Dondini, Rudalli, Giurgola. A disp.: Ndreca, Collesano, Tempestini, Bartolozzi, Rio, Giusti, Fedi. All.: Alessio Maffucci.
SPORTING CECINA: Bartoli, Tortorici, Alfonsi, Maio, Sergi, Startari, Pedrali, Giannini, Fulceri, Donatone, Mordini. A disp.: Selmi, Mori, Mezzetti, Albano, Tripodi. All.: Daniele Del Tongo.

ARBITRO: Buccheri di Pisa.

RETI: Dondini 3, Fulceri, Albano.



Non alza bandiera bianca lo Sporting Cecina, che anzi continua a lottare con ardore come testimonia la complicata vittoria – ma meritata e importante – ottenuta dal Maliseti Tobbianese fra le mura amiche proprio al cospetto dei livornesi, protagonisti di una lunga trasferta tutt’altro che arrendevole. Reduce dalla proibitiva trasferta di Sesto Fiorentino il Maliseti torna al successo esibendo – anzi confermando – di possedere un buon impianto di gioco e discrete potenzialità sulle quali sta svolgendo un ottimo lavoro il tecnico locale Maffucci. E proprio il mister pratese osserva partecipe un primo tempo nel quale i suoi ragazzi esibiscono sprazzi di bel gioco ma faticano in avvio a sfondare nell’attenta intelaiatura difensiva proposta dagli ospiti; il Maliseti ha subito una ghiottissima chance quando beneficia di un calcio di rigore concesso dal signor Buccheri di Pisa. Bartoli però neutralizza il tiro dagli undici metri di Rudalli; era stato lo stesso Rudalli a conquistarsi il penalty, costringendo al fallo proprio il numero uno ospite, poi ammonito, che si riscatta alla grande dopo pochi secondi. Passano 7’ e il risultato si sblocca: sugli sviluppi di una punizione da posizione laterale calciata dal solito Rudalli, Dondini compie il movimento giusto sottomisura, ruba il tempo a tutti, compagni e avversari soprattutto depositando poi la sfera in rete con un bel colpo di testa: 1-0. Gli ospiti metabolizzano in fretta il colpo e, dopo pochissimi minuti, ristabiliscono la parità grazie a Fulceri che, pescato in profondità da un compagno, ingaggia e vince un duello corpo a corpo in velocità con il diretto avversario e, una volta giunto in zona tiro, gonfia la rete firmando l’uno a uno. La gara entra nel vivo e, prima dell’intervallo, i padroni di casa rimettono la testa avanti sempre grazie a Dondini, ancora una volta il più lesto di tutti al momento del tocco vincente da dentro l’area di rigore sugli sviluppi di un’altra palla inattiva. Lo show del bomber locale Dondini però non è ancora finito, anzi si completa in avvio di ripresa quando firma la personale tripletta che sembra mettere al sicuro la vittoria dei locali; nei minuti successivi infatti il Maliseti crea i presupposti per calare anche il poker, rendendosi pericoloso soprattutto con Bartoli. Lo Sporting Cecina però non demorde, si difende con i denti e, al 64’, riapre i giochi accorciando le distanze grazie ad Albano. I minuti finali sono dunque infuocati: i livornesi si proiettano completamente in avanti alla ricerca del pari; il Maliseti accusa un po’ la tensione ma non molla un centimetro e, pur fallendo in contropiede la quarta rete, si difende con ordine e alla fine esulta per un successo tanto sofferto quanto importante.

Calciatoripiù:
nelle fila del Maliseti spicca la tripletta di Dondini, il contributo di Mocali in mezzo al campo e quello di Rinaldi in fase difensiva (Maliseti Tobbianese); Giannini e Startari i migliori nello Sporting Cecina.


$




RITORNO ALLA RICERCA PARTITE SINGOLE


RICERCA CAMPIONATI