pippo Allievi Regionali GIR.B
  • Allievi Regionali GIR.B
  • Castelfiorentino
  • 2 - 2
  • Bellaria Cappuccini


CASTELFIORENTINO: Posarelli, Zisa.hindi, Clemente, Manganiello F., Borea, Di Donna, Gabriele, Vaccaro Senna, Costagli, Manganiello L.. A disp.: Nardi Giulio, Ascione L., Mirashi. All.: Massimiliano Borghi.
BELLARIA CAPPUCCINI: Ribechini, Taverni, Andrei, Bernacchi, Colombini, Sormani, Niang, Mosso, Milo, Galletti, Paduano. A disp.: Romano, Fiorentini, Bertini, Albano, Curtis, Bullari, Filippeschi, Fiordi. All.: Alessandro Menicagli.

ARBITRO: Pierluigi Bassano di Empoli.

RETI: Vaccaro Senna, Mirashi, Mosso, Niang.



Castelfiorentino e Bellaria Cappuccini mettono in scena un bello spettacolo e terminano la gara che le aveva viste coinvolte raccogliendo un punto ciascuno e finendo col punteggio di 2 a 2. All’inizio le due formazioni si presentano con due moduli ben differenti: i padroni di casa partono 4-4-1-1, mentre gli avversari rispondono con un 4-3-3 più classico. I padroni di casa iniziano nel migliore dei modi, e si portano in vantaggio dopo una manciata di secondi: un filtrante centrale permette a Vaccaro Senna di smarcarsi in profondità, superare la guardia del suo uomo e, con un tocco di giustezza, spiazzare Ribechini in uscita. La risposta degli ospiti, comunque, non si lascia attendere: il Bellaria Cappuccini aumenta la pressione in maniera netta, porta vari uomini in avanti e pareggia immediatamente: un cross giunto dall’out colpisce la mano di un difensore dei locali, inducendo il direttore di gara ad assegnare la massima punizione. Dagli undici metri si presenta Mosso che, senza battere ciglio, spiazza Posarelli e rimette la situazione in parità. La sfuriata del Bellaria Cappuccini non è affatto finito, al contrario: i ragazzi allenati da Mister Menicagli mantengono il piede ben premuto sull’acceleratore, creando varie occasioni e calciando varie volte verso lo specchio difeso da Posarelli, il quale si supera in almeno un paio di occasioni decisive. La svolta arriva sul finire del tempo regolamentare: Niang approfitta di un errore in disimpegno della retroguardia avversaria, si invola verso l’area dei padroni di casa e, giunto in prossimità dei 16 metri, calcia a giro sul palo più lontano disegnando una traiettoria imparabile. La prima frazione si esaurisce in questo modo, e i ventidue ragazzi appena scesi in campo approfittano dell’intervallo per ripristinare le energie spese. Allo stesso tempo, i loro allenatori cercano la giusta chiave che possa sbloccare una volta per tutte l’incontro. Al riprendere delle velleità è evidente fin da subito come siano cambiate le carte in tavola: il Castelfiorentino riprende fortissimo, prendendo possesso del pallino del gioco e costringendo gli ospiti a giocare solo di rimessa, mentre il Bellaria Cappuccini si rintana nella propria trequarti cercando di ripartire con pericolosità. Borea e Manganiello hanno sulla loro testa due grosse chance per passare subito, entrambe le volte con colpi di testa, solo che le loro deviazioni terminano lontano dalla porta difesa da Ribechini. Il colpo di scena arriva a 10 dal termine: sugli sviluppi di un corner la palla giunge in qualche modo sui piedi di Mirashi, che la controlla e la spedisce in gol senza farsi troppi problemi. I minuti finali di gara non regalano altri sussulti, se non un calcio di punizione parato in maniera spettacolare da Posarelli, e le due formazioni, dunque, si spartiscono la posta in palio aggiudicandosi un punto ciascuna.
Calciatoripiù: Posarelli e Di Donna
sono stati colo che, più di ogni altro si sono distinti tra le fila del Castelfiorentino. Per quanto riguarda il Bellaria Cappuccini, invece, Mosso e Niang sono stati determinanti per raggiungere il pareggio.


$




RITORNO ALLA RICERCA PARTITE SINGOLE


RICERCA CAMPIONATI