Campionando.it

    La Sinalunghese batte il Foiano e avanza in Coppa

Sinalunghese-Nuova Foiano 3-0
SINALUNGHESE (4-3-1-2): Marini, Nassi, Corsetti, Cecci, Papa, Biagi (91' Casagni), Francesconi, Cavallini (30' Ajdini), Bucaletti (86' Canapini), Brent Doka (68' Trombesi), Bjorn Doka (63' Leti). A disp.: Tizzone, Pinsuti, Venturini. All.: Stefano Argilli.
N.FOIANO (4-2-3-1): Bettoni, Bruschi, Travaglini, Francesco Vichi (60' Fabianelli), Tenti (90' Battistelli), Verdelli (60' Di Mare), Mostacci, Pavani, Mamu Solomon, Pareggi, Rufini (67' Lorenzo Vichi). A disp.: Sanarelli, Rossi, Romani, Catalano, Sestini. All.: Andrea Benedetti.
ARBITRO: Nencioli di Prato coad. da Materozzi e Picinotti
RETI: 22', 39' Bjorn Doka, 89' Leti.
NOTE: Ammoniti Francesco Vichi (34'), Francesconi (42'), Trombesi (81'). Angoli: 6-3.
La Sinalunghese batte 3-0 il Foiano nel classico valevole come ritorno del primo turno di Coppa Toscana di Eccellenza e, dato lo 0-0 dell'andata allo stadio dei Pini, si qualifica agli ottavi, dove affronterà la Chiantigiana. È stata una gara abbastanza combattuta, malgrado quello che dica il punteggio finale: il Foiano ha provato a lottare, mettendo sul terreno di gioco la giusta volontà, senza però riuscire mai a impensierire la retroguardia rossoblù, mentre la squadra di Argilli ogni qualvolta è riuscita a superare la mediana ha fatto male dalle parti di Bettoni, con un Bjorn Doka ispirato e che, schierato per la prima volta dall'inizio insieme al fratello Brent, ha fatto letteralmente il diavolo a quattro e realizzato la doppietta decisiva. Passando alla cronaca, i rossoblù di casa scendono in campo con due cambi rispetto alla gara d'andata, l'ex Antella e Bibbiena Lorenzo Corsetti e Bjorn Doka prendono il posto dello squalificato Ibojo e dell'infortunato Del Sante; mister Argilli cdisegna sul terreno di gioco il solito 4-3-1-2, con Marini tra i pali, Nassi, Corsetti, Cecci e Papa in difesa, in mediana Biagi, Francesconi e Cavallini, con Bucaletti alle spalle del duo formato dai fratelli Brent e Bjorn Doka. Gli amaranto operano tre sostituzioni dal 1' rispetto al match giocato sette giorni prima: Pareggi, Verdelli e il rientrante Pavani agiscono al posto di Nocentini, Battistelli e Di Mare; Andrea Benedetti mette in campo un coraggioso 4-2-3-1 che vede Bettoni fra i pali, linea maginot in retroguardia formata da Bruschi, Travaglini, Francesco Vichi e Tenti, a centrocampo giostrano Verdelli e Mostacci, con il trio formato da Pavani, Solomon e Pareggi dietro al terminale offensivo Christian Rufini. Dopo una prima fase di studio, con il Foiano che prova a fare girare il pallone senza trovare spazi e la Sinalunghese che prende le misure agli avversari, è proprio la squadra di Argilli a passare in vantaggio alla prima occasione degna di nota. Al 22' Bjorn Doka lanciato da Francesconi, appena dentro i 16 metri, fulmina Bettoni in uscita con un astuto tocco sotto, realizzando l'1-0 per i locali. La reazione amaranto si registra tre minuti dopo, quando Rufini parte in slalom e da appena dentro l'area fa partire il destro; è bravo Marini a bloccare a terra. Al 39' arriva il raddoppio della compagine rossoblù: Bucaletti si porta a spasso l'intera difesa amaranto e serve Bjorn Doka, il quale a due passi dalla porta non ha difficoltà ad appoggiare in rete per la sua doppietta personale. La prima frazione si chiude così sul doppio vantaggio per la squadra locale. Nella ripresa il Foiano rientra in campo cercando di riaprire prima possibile la contesa; al 51' Pareggi arriva dentro l'area e di sinistro impegna Marini, bravo a bloccare a terra. Passano cinque minuti ed è ancora Bjorn Doka a saltare Francesco Vichi, arrivando alla conclusione con il destro, ma sul tiro del numero 11 sinalunghese Bettoni si distende e devia in angolo. La gara scende un po' di tono, il team locale controlla agevolmente la gara mentre il Foiano con le ultime energie prova vanamente a rendere quantomeno meno amara la sconfitta. Al 77' ci prova di nuovo il volitivo Pareggi, il quale cattura un pallone vagante e prova la girata, facile preda di Marini. All'89' però arriva anche il tris locale, quando Leti in ripartenza conquista un pallone sulla linea laterale, vince un contrasto con Tenti e da posizione molto defilata batte Bettoni sul primo palo per il definitivo 3-0. Si arriva così alla vigilia dell'inizio del campionato, che vedrà domenica prossima la compagine di Argilli impegnata nel big-match in casa del Grassina, mentre il Foiano di Andrea Benedetti vorrà nella trasferta di Antella mettere i primi mattoni nella costruzione della salvezza.

LE PAGELLE
SINALUNGHESE
MARINI: 6.5 Guida sempre con attenzione la retroguardia locale non sbagliando mai un intervento.
NASSI: 6 Svolge con buona lena il suo compitino e non lascia spazi agli avversari.
CORSETTI: 6.5 Prende il posto di Ibojo squalificato e non lo fa rimpiangere tenendo a bada il seppur spento Rufini.
CECCI: 6 Tiene la posizione in maniera adeguata e non va mai in sofferenza se si escludono alcune occasioni quando deve fare i conti con Pareggi.
PAPA: 7 Dà vita a un bel duello contro Bruschi e risulta uno dei più propositivi della propria compagine, senza fermarsi mai per l'intera durata dei 90 minuti.
BIAGI: 6.5 Dà il solito contributo alla causa sinalunghese, mettendo sul terreno di gioco brio e verve (91' Casagni sv).
FRANCESCONI: 6.5 Tiene in mano il timone del gioco locale in maniera coscienziosa, senza lasciare mai spazi agli amaranto.
CAVALLINI: sv Il giovane centrocampista sinalunghese dopo un avvio promettente deve lasciare il campo a causa di un infortunio poco prima della mezz'ora (30' Ajdini: 6 Si conferma un buon prospetto sul quale lavorare e con coraggio lotta contro avversari anche più esperti).
BUCALETTI: 6 Disputa una gara sufficiente, con l'unico bagliore l'azione insistita che porta al gol del 2-0 di Bjorn Doka, fornendogli un pallone solo da spingere in rete (86' Canapini sv).
BRENT DOKA: 6 Il classe 2002 viene controllato adeguatamente da Travaglini e non riesce a trovare spunti interessanti (68' Trombesi sv).
BJORN DOKA: 7.5 Spacca la partita con una doppietta da attaccante vero, facendosi trovare sempre al posto giusto al momento giusto (63' Leti: 6.5 Dopo un anno e mezzo travagliato, fa il suo ingresso a partita ormai scritta e realizza nel finale con caparbietà il gol del definitivo 3-0).

N.FOIANO
BETTONI: 6.5 Subisce tre gol in maniera incolpevole e nel complesso risulta un punto di forza della squadra di Benedetti.
BRUSCHI: 6 Nel ruolo di terzino destro stavolta trova un Papa in giornata di grazia e non riesce a fare la differenza a cui ha abituato la squadra.
TRAVAGLINI: 7 Malgrado la netta sconfitta risulta il migliore dei suoi, cercando di spronare anche i compagni a dare qualcosa in più.
FRANCESCO VICHI: 5 Qualche sbavatura di troppo permette agli avanti rossoblù di nuocere gravemente dalle parti di Bettoni (60' Fabianelli: 5.5 Entra per dare sprint sulla corsia di destra ma viene ben annacquato dai padroni di casa).
TENTI: 6 Dà un buon contributo di grinta e cattiveria agonistica, non riuscendo però ad arginare le avanzate dei ragazzi di Argilli (90' Battistelli sv).
VERDELLI: 5 Schierato per la prima volta dal 1' da mister Benedetti, non ripaga la fiducia accordatagli dall'allenatore foianese e risulta abbastanza abulico dal gioco (60' Di Mare: 5 Entra verso l'ora di gioco sul rettangolo verde senza riuscire a dare quel cambio di passo e di ritmo che gli chiede l'allenatore amaranto).
MOSTACCI: 6.5 'Il Principino' come al solito è l'ultimo ad arrendersi dalla mediana in avanti ma stavolta non riesce a evitare la fragorosa caduta foianese.
PAVANI: 5 Ancora forse non al top della condizione, mette in mostra solo in parte il suo talento e non riesce a incidere in maniera fattiva sull'incontro.
MAMU SOLOMON: 5.5 Lotta in maniera energica contro gli avversari, facendo però molto fumo e pochissimo arrosto.
PAREGGI: 6.5 Si dimostra un interessante prospetto su cui poter lavorare e non a caso è l'unico a portare pericoli dalle parti di Marini.
RUFINI: 5 Viene messo nel sandwich Corsetti-Cecci e non riesce a trovare i necessari spazi per arrecare danni alla porta locale (67' Lorenzo Vichi sv).
Mirko Zacchei