Campionando.it

    Juniores Nazionali GIR.F CITTA DI PONTEDERA - U.S. LIVORNO 0 - 3




Città di Pontedera 0
U.S. Livorno 1915 3
Pontedera: Panfili, Greggi, Ermini(69'DiSisto), Pangrazzi, Gjila, Scozzari(60'Badassa), Marte(79'Sgarra), Dequiuec, Parri(60'Paolucci), Ciccone, Riso(69'Renzi).
A disposizione: Fiorentini, Bargiacchi, Giambrone, Raspagni. Allenatore Del Vita Matteo.
Livorno: Ciobanu, Arigoni, Brisciani(81'Lepri), Pacifico(55'Cecere(62'Chicca), Orsini, Biondi, Gogua(53'Haka), Sottile, Pavlenko, Boroduska, Angelotti.
A disposizione: Tani, Menicagli, Marinari. Allenatore Pascali Niccolò.
Marcatori: 19' Pacifico, 53' Pavlenko, 76' Sottile.
Terna: Arbitro Calise Lorenzo di Piombino. Ass.ti: Rugi Alberto e Caponi Riccardo di Empoli.
Note: Ammoniti Arigoni e Brisciani (Liv). Angoli 1-5. Recupero 0+3.
Il Livorno si presenta al Mannucci di Pontedera con un organico ridotto causa squalifiche, 3, ed infortuni 5, con Marinari e Menicagli portati solo per far numero. Mister Pascali conferma il modulo 4-3-1-2 con Arigoni nell'inedito ruolo di terzino e Biondi, alla sua prima presenza, a far coppia con Orsini in mezzo alla linea di difesa completata da Brisciani basso a sinistra, Pacifico vertice basso con Gogua e Sottile a centrocampo e Boroduska dietro la coppia Pavlenko-Angelotti. Si parte e dopo 2' minuti un errato disimpegno di Orsini regala palla a Ciccone che da sinistra calcia verso il palo lungo, Ciobanu ci arriva e manda in angolo. I padroni di casa continuano a spingere e al 9' conquistano una punizione dalla trequarti centrale, Dequiuec calcia bene sopra la barriera la palla si abbassa pericolosamente verso l'incrocio, la mano di Ciobanu proteso in tuffo la intercetta e la manda a sbattere sulla traversa. I padroni di casa approcciano meglio la gara mentre gli ospiti faticano un po a trovare il giusto fraseggio. Al 18' Dequiuec calcia male un altra punizione ed un minuto dopo il Livorno passa in vantaggio. La palla allontanata dalla difesa di casa arriva a Pacifico che dal limite calcia verso la porta di Panfili, la traiettoria angolata è accentuata da una deviazione che la rende imparabile per Panfili, 0-1. Il vantaggio rafforza la consapevolezza della capolista che comincia a trovare le giuste misure. Al 30' un contropiede amaranto porta Sottile ad una pericolosa conclusione stoppata in angolo. Sul corner Orsini gira di testa a lato. Al 40' Pavlenko in pressione sull'out di destra ruba palla e guadagna la linea di fondo poi mette in mezzo un velenoso rasoterra allontanato dalla difesa. Al 44' ancora Pavlenko mette forte in area, un difensore salva in angolo. L'arbitro non concede recupero e manda tutti al riposo sul parziale di 0-1. Si riparte con gli amaranto subito pericolosi, Boroduska esce bene dal centrocampo e verticalizza per Pavlenko che da sinistra calcia sopra la traversa. All'8' Pavlenko in pressione stoppa un disimpegno difensivo, la palla s'impenna, Pavlenko l'addomestica con il petto e poi calcia a rete superando Panfili per la seconda volta. Primo cambio per Pascali che toglie Gogua per Haka. 2 minuti dopo toglie Pacifico per Cecere che si posiziona a fianco di Biondi con Orsini che sale davanti alla difesa. Al quarto d'ora Del Vita effettua un doppio cambio, escono Scozzari e Parri per Badassa e Paolucci. Al 62' Cecere, dopo appena 7 minuti, è costretto a lasciare il posto a Chicca con Pascali che deve riaggiustare le posizioni in campo con Orsini che torna centrale di difesa. Il Pontedera prova a riaprire la gara ma non riesce a trovare spazio per concludere a rete. Al 69' Del Vita opera altri 2 cambi, Di Sisto e Renzi rilevano Ermini e Riso. Alla mezz'ora gran lavoro di Boroduska, ottima la sua prestazione odierna, che porta palla da destra, guadagna la linea di fondo entra in area e mette forte per Pavlenko che trova la palla ma non centra la porta. Un minuto dopo ci pensa il solito Sottile, sempre a segno nel girone di ritorno, a chiudere la contesa, il numero 8 dal limite calcia un tracciante che si insacca alla sinistra di Panfili, 0 a 3 e partita chiusa. Ultimo cambio per Del Vita, dentro Sgarra per Marte. Pascali toglie Brisciani per Lepri. Il Pontedera continua a provarci ma la difesa amaranto non concede spazi e gli amaranto sono sempre pericolosi nelle ripartenze. Al 43' un generosissimo Angelotti cerca la gloria personale, sposta la palla sul sinistro e calcia a girare verso l'angolo basso, Panfili si distende in tuffo e compie un miracolo negando il gol al numero 11 livornese. Calise concede 3' di recupero ma il risultato non cambia. Il Livorno vince e mantiene la leadership del girone in comproprietà con il Tau Altopascio che ha battuto il Cenaia.
E.B.


Commento di : Eliodriver