• EccellenzaA
  • 18/04/2021 15.00.00
  • Crea pdf Crea pdf
  • Fratres Perignano
    11' Remedi A.
  • 1 - 0 18/04/2021 15.00.00
  • Tau Calcio

Commento


FRATRES PERIGNANO: Rizzato, Genovali, Tammaro, Gamba, Canali, Aliotta, Nannipieri (46° Pardera), Fiaschi (63° Andolfi), Remedi A., Remedi L. (73° Fabbrini), Sciapi (79° Campisi). A disp.: Martinelli F., Lazzerini, Nardi, Pinna, Marcon . All.: Ticciati Fabrizio
TAU CALCIO: Citti, Magini G. (72° Manfredi), Lucchesi (88° Magini L.), Anzilotti (81° Maccagnola), Mancini, Fedi, Antoni, Niccolai M., Ceceri (82° Rossi), Fazzini (61° Ricci), Benedetti. A disp.: Donati, Pedretti Nerini, Ghilarducci, Quilici. All.: Cristiani Pietro
ARBITRO: Mirko Borghi di Firenze
RETI: 11° Remedi A.
NOTE: Espulso Niccolai M.. Ammoniti Aliotta, Remedi A., Magini G., Fedi, Rossi.







ESCE SCONFITTO IL TAU DALLA PARTITA CONTRO IL PERIGNANO

Perignano (PI), 18 aprile 2021 - Fratres Perignano - Tau Calcio: 1-0

Fratres Perignano: Rizzato, Genovali, Tammaro, Gamba, Canali, Aliotta, Nannipieri (intervallo Pardera), Fiaschi (18' secondo tempo Andolfi), Remedi A., Remedi L. (28' secondo tempo Fabbrini), Sciapi (34' secondo tempo Campisi). A disposizione: Martinelli, Lazzerini, Nardi, Pinna, Marcon. Allenatore: Fabrizio Ticciati.

Tau Calcio: Citti, Magini L. (27' secondo tempo Manfredi), Lucchesi (43 secondo tempo Magini G.), Anzilotti (36' secondo tempo Maccagnola), Mancini, Fedi, Antoni, Niccolai, Ceceri (37' secondo tempo Rossi), Fazzini (16' secondo tempo Ricci), Benedetti. A disposizione: Donati, Pedretti Nerici, Ghilarducci, Quilici. Allenatore: Pietro Cristiani.

Arbitro: Mirko Borghi di Firenze (Bertelli e Scorteccia di Firenze)

Marcatori: 10' Remedi A.

Note: Ammoniti: Aliotta, Remedi A., Magini, Fedi, Rossi. Espulso: Niccolai.



Una sconfitta di misura, un esordio amaro per il Tau Calcio al ritorno in campo dopo sei mesi di inattività. La prima sfida di questo mini-campionato a 10 (i più lo chiamano torneo) vedeva gli amaranto altopascesi impegnati sull'ostico campo del Fratres Perignano.

Pronti via e i padroni di casa vanno in vantaggio: succede al decimo quando un'incertezza difensiva permette a Remedi (Alessandro, in campo c'è anche il fratello Luca) di recuperare palla e, solo davanti a Citti, di insaccare.

La reazione del Tau c'è, ma non si concretizza con azioni veramente pericolose.

Anche la ripresa vede i ragazzi di Cristiani pressare con costanza: poi al dodicesimo la doppia ammonizione per Niccolai porta il Tau a giocare in dieci. L'inferiorità numerica non cambia l'inerzia della gara, Tau in avanti e Perignano che controlla. Il risultato però non cambia, finisce così 1 a 0 per i rossoblu locali.

Domenica prossima si torna a giocare, questa volta al comunale di Altopascio: arriva il San Marco Avenza che ha battuto nettamente la Cuoiopelli.

TAU ECCELLENZA:
MIGLIORARE L'APPROCCIO SENZA PERDERE LA LUCIDITÀ


ALTOPASCIO, 19 aprile 2021 - Un approccio sbagliato, che è stato pagato per l'intera partita, ma una capacità di reazione vigile e lucida: questo, in estrema sintesi, il commento di mister Pietro Cristiani all'indomani del debutto in campionato della Prima Squadra del Tau Calcio Altopascio. Un esordio bruciante, con la sconfitta di misura contro il Perignano.

«Purtroppo era prevedibile - commenta Cristiani -: in questa fase, con le squadre potenziate e pronte a dare tutto, ogni minimo errore lo paghi a carissimo prezzo. Il nostro approccio, dobbiamo ammetterlo, non è stato eccellente: siamo scesi in campo un po' contratti, timorosi di aprirci proprio per paura di sbagliare. Il Perignano, dal canto suo, ha dimostrato già dai primi minuti di che pasta è fatto: una squadra forte, concentrata».

«Nel complesso - prosegue il mister - sono abbastanza soddisfatto della reazione dei ragazzi: la squadra ha creato tanto, è rimasta in partita fino all'ultimo e non si è fatta scoraggiare né dal gol subito, né da alcune decisioni dell'arbitro, né dall'essere rimasti in 10 per 40 minuti, a seguito della doppia ammonizione di Niccolai. Sono stato contento, infatti, di vedere una reazione lucida, da professionisti anche da parte dei più giovani, in particolare Ricci (2003) e Manfredi (2004) che hanno contribuito ad alzare il profilo del gioco».

«Dobbiamo lavorare sull'approccio - conclude Cristiani -: siamo ambiziosi e non ci accontentiamo di una buona prestazione, ma vogliamo anche i punti. In campo dobbiamo essere più aggressivi, senza tralasciare la lucidità e la capacità di leggere il gioco con concentrazione. I ragazzi hanno dimostrato di avere carattere e di saper reagire alle difficoltà: adesso devono solo tirare fuori la grinta fin dai primi minuti».
Clip Comunicare 0583.1553512
www.clipcomunicare.it
Nadia Davini
n.davini@clipcomunicare.it